Cena di gruppo

La sera del mio arrivo nella nuova città vengo invitata a cena dal direttore. Mi chiama al telefono e mi dice che passerà a prendermi in albergo. Mi assicura che non saremo da soli. E infatti quando scendo nella hall dell’hotel ci sono tre giornaliste. Sono state anche loro convocate per il rilancio del quotidiano. Il direttore è sprofondato in un divano. Quando mi vede si alza e mi da la mano.

Poi prendiamo un taxi e andiamo in un ristorante. Entriamo e vedo che un gruppo di persone ci sta aspettando a una lunga tavolata. Dopo poco scopro che sono alcuni ricconi che stanno dando il loro benvenuto al direttore. Lui si siede in mezzo a noi. La cena è noiosa. Ci sono donne gommose che indossano vestiti firmati e uomini che tirano su col naso in continuazione e che fanno i cascamorti anche con le piante. Nonostante il cibo gustoso mi passa la fame: non capisco bene perchè sono finita in mezzo a questo branco di arricchiti ma poi me ne ricordo: sono qui per il periodo di prova e devo cercare di non essere scortese, per non farmi rimandare a casa.

E’ qui che indosso per la prima volta la maschera della damigella di compagnia, accondiscendente e silenziosa, che annunisce e sorride. Io faccio la graziosa, la simpatica, faccio quello che il direttore si aspetta da me: accanto a questi buzzurri impomatati che si alzano ogni dieci minuti per andare in bagno e tornano con le pupille spillate e a queste donne botoxate senza pietà, io offro la mia discreta presenza. Dimostro che so comportarmi. Lo faccio contro voglia, perchè devo. Perchè se mi rifiuto di partecipare a questa messa in scena poi lui non mi fa il contratto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...