Di voglie tardive e di pedrigree

Anna mi racconta che lei e Beatrice stanno vivendo dal direttore e che non ce la fanno più.

La mattina presto e la sera tardi – quando non è in redazione – lui vaga per i corridoi in accappatoio. Se lo incontriamo inizia a parlare e non la smette più, dicendo di metterci a nostro agio, senza fare caso a lui. Dice che possiamo andare in giro anche svestite, tanto a lui non importa. Una sera Beatrice è uscita dal bagno in reggiseno e lui l’ha vista e beh, non è certo rimasto indifferente. Io chiedo: che cosa ha fatto? Anna strizza le labbra e mi fissa. Cerca di capire, dice. Beatrice allora è corsa in camera, sbattendo la porta. Lui si è arrabbiato. Abbiamo sentito che urlava: sono stufo di fare il padre, lo zio, il nonno, anch’io sono un uomo, non sono mica un santo.

Immagino la scena. La sua carne bianchiccia, un poco lucida, flaccida e mucida coperta da un tessuto troppo fino. Chiedo: come fate a resistere? Ma infatti non resistiamo, risponde Anna. Domani ce ne andiamo in un’altra casa. Pensa che lui ci tiene il muso. Ma perchè l’avete fatto, ve l’avevo detto di non andarci, insisto. Anna sospira. Beatrice è cresciuta con lui, è la figlia della sua ex compagna. Abitavano nella stessa casa, capisci? E lui, dopo che ha rotto con la madre, è rimasto amico di famiglia. Passano insieme le feste.

Ma con te come si è comportato, invece? Con me niente, dice Anna. Ogni tanto ha fatto qualche battuta. Una sera voleva che gli facessi un massaggio ma gli ho detto di no, che a mio padre non avrebbe fatto piacere sentirsi raccontare una cosa del genere. Sai, si conoscono bene da anni.

Quindi tutti sono amici di tutti. Eccolo il bel mondo del giornalismo italico. D’altra parte questa non è una novità. Già durante il master certe dinamiche erano evidenti. Il figlio di, il parente di, la protetta da.

Guardo Anna e sento il rumore dei miei pensieri recriminanti che si frantumano. Questa volta temo che le voglie di un uomo dalla sessualità decadente e dall’istinto vorace prevarranno sui pedigree.

Annunci

6 pensieri su “Di voglie tardive e di pedrigree

  1. Francesca ha detto:

    Rimango basita da storie come queste! Dovresti vedere l’ambiente ospedaliero! E’ preciso ed identico a quello del giornalismo. Io sono stata fortunata: il mio capo non è un santo ma nemmeno un porco. Non cerca le donne, sono loro che cercano lui e non le rifiuta. Mi ha fatta assumere perchè sono una tipa sveglia, così mi ha detto una collega.

    Mi piace

      • Francesca ha detto:

        Prego. Volevo sapere se parli al presente o al passato, non ricordo. Potresti fare come ha fatto mia sorella: mettere un avvocato per molestie sessuali e assunzione senza contratto. Mia sorella non ha subito molestie ma altri sopprusi. Ora può licenziarsi con giusta causa perché il contratto risulta ma non ha firmato ed è stata messa in ferie e non più richiamata. Vai anche all’ispettorato del lavoro o qualunque ente che si occupi dei giornalisti. Non subire i soprusi solo per paura di perdere il lavoro, sennò se ne approfitta e il circolo vizioso continua. Ribellatevi. Esistono anche dei bravi direttori.

        Mi piace

  2. Paolo ha detto:

    Ho capito che il porco è un morto di … però i tempi dell’accaduto non mi convincono. Scusa, la tua amica esce dal bagno, vede lui ( quindi passa tempo), nota (!) diversi dettagli improponibili ( passa molto tempo ), quindi si sveglia e scappa…. Ma in una situazione del genere non dovrebbe schizzare in camera se costretta a uscire dalla porta in reggiseno?
    Quindi l’animalo deve avere delle doti da superman per eccitarsi in quella situazione…. Roba che se vede una gatta per strada deve coprirsi :).

    Per dire, il primo disgraziato e lui, non c’è dubbio, ma pure le tue amiche tanto sveglie secondo me non lo sono. A cominciare dalla scelta di andarci ad abitare insieme ovviamente…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...