Ho firmato con una penna niente di speciale

Ho firmato il contratto. L’ho firmato con una penna niente di speciale con una firma che sembrava uno scarabocchio. Il capo del personale mi ha guardata compiaciuto mentre ho scritto il mio nome e cognome per 4 volte: due per il contratto, una per la mia privacy e una per quella dell’azienda.

Due mesi. Questa la durata della mia vittoria. Poi si vedrà. Ma come si vedrà, ho chiesto con voce cheta seppellendo la rabbia sotto strati di buonsenso. Intendo dire che questo è il periodo di prova, ha puntualizzato il capo del personale mentre dai mille pori dilatati della pelle del suo viso uscivano bruchi di grasso. Avevo capito che il periodo di prova fosse quello che ho fatto fino ad ora, ho replicato. Non mi risulta, ha detto strizzando le labbra ingiallite dalla nicotina. Questo era un periodo per conoscersi. Ora inizia il lavoro vero. Ma vedrai che andrà bene e che non ci saranno problemi.

Ho guardato le carte e ho pensato: ma vaffanculo. L’ho pensato così forte da credere che lui potessere avere sentito. Ma i pensieri non si sentono, Olga. Smettila di credere a certe idiozie. Razionalizza: questo è un primo passo. Dal prossimo mese arriveranno 1500 euro, finalmente. Non buttare tutto all’aria.

Allora ho sorriso per finta e ho detto: certo che andrà bene.

Annunci

6 pensieri su “Ho firmato con una penna niente di speciale

  1. Francesca ha detto:

    E vaaaaaaaiiiiiiiiiiiiiii! Caffe` per tuttiiiiiiiii! Sono strafelice per te! Hanno capito che sei sveglia e tenace. Che tipo di contratto e`? A tempo determinato? Non puoi fare un periodo di prova senza contratto, che io sappia. Li ho fatti anch’io due mesi ma con un contratto. Ti hanno lasciato due mesi senza, a girarti i pollici, perche` non hai concesso le tue grazie al porco; aspettavano che cedessi e te ne andassi via. Ora hai superato la prima tappa ma rimani sempre all`erta, probabilmente non sara` una passeggiata. Chi ha dei principi e ha voglia di lavorare viene considerato stupido e trattatto di conseguenza.
    Pensa che io ho dovuto aspettare un anno per poter fare una selezione che mi avrebbe dato il posto fisso. Ho dovuto inviare una lettera piuttosto dura per avere notizie. Eppure avevo ricevuto una lettera dove l’ufficio di collocamento disabili autorizzava la mia assunzione. Mia sorella invece e’ disperata perche` nessuno l`aiuta a compilare la domanda di disoccupazione e non mi riferisco ad un Pinco Pallino qualunque ma ai dipendenti INPS, al patronato e all’ufficio di collocamento! Comunque non ti voglio deprimere: ti faccio i miei migliori auguri!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...