SOS per Matilde a sindacati, consigliere, avvocate

Lancio un SOS a sindacati, consigliere, avvocate. Non so che altro fare dopo che è arrivata questa richiesta di aiuto, poco fa, da parte di una donna di 26 anni. Mi ha chiesto di chiamarla Matilde. E’ fuori di sé per quello che sta passando da un anno per colpa di un capo di 70 anni che la molesta sessualmente, la insula, la tocca e la svilisce. La dottoressa le ha consigliato il Lexotan. Un poliziotto a cui si è rivolta ha detto: “O lo veniamo a prendere e lo ammazziamo di botte o altrimenti non possiamo fare granché”.
Matilde scrive: “Sono un’impiegata in una piccola azienda da un anno e ho un contratto a tempo indeterminato. Lavoro in un ufficio dove lui entra ed esce a suo piacimento. Arriva e fa lezioni di vita, che hanno sempre sfondi sessuali. Ci prova, fa ammiccamenti sessuali in continuazione, prima dice che sono bellissima e poi dice che sono flaccida. Ho una collega da quattro mesi, ma con lei é meno pesante, anche se parla di sesso pure con lei. Se per caso arrivano i titolari cambia immediatamente argomento. É davvero molto bravo con la dialettica. È una persona che ha studiato e riesce sempre a rigirare le cose. Anche perché nemmeno i titolari osano dargli contro, anzi siamo obbligati a dirgli che ha ragione, altrimenti sono guai. Ti impedisce di fare il tuo lavoro. Il mio compagno e mia mamma sanno “quasi” tutto. Non posso dire loro che mi ha fatto un massaggio, mi vergogno. Ho provato più volte a litigare con lui, ma me la prendo sempre in quel posto. Mi fa esaurire. Non mi lascia lavorare e mi mette in cattiva luce con colleghi e superiori. Io non riesco più a vivere la mia vita. Quando non sono al lavoro, lo devo chiamare e passare ore al telefono con lui che mi fa lezioni. Ho tutte le registrazioni”.

Matilde mi ha anche mandato tre foto con le frasi ricorrenti che capo porco le rivolge.

 

 

Annunci

5 pensieri su “SOS per Matilde a sindacati, consigliere, avvocate

  1. Ester durany ha detto:

    Ma dirlo ai titolari?
    Sono persone che possono affrontare il problema e ammetterlo?
    Capisco il rischio che alla fine passi lei per “rompi***” se i titolari non capiscono.

    Mi piace

  2. Sabbry ha detto:

    Io le consiglirei di rivolgersi a un centro antiviolenza e chiedere ausilio a un’avvocata.lo registrerei in ogni caso per una settimana, non so se possa poi usare le registrazioni ,sará l’avvocata a dirlo.Forza Matilde!un abbraccio!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...