“Ci mangiano l’anima e il futuro”

Condivido questo commento al libro Toglimi le mani di dosso che mi ha mandato Maria Pastore, che ringrazio.

“Ho letto il tuo libro, con calma. Trovo sia il giusto tempo per questo tipo di scrittura. Non mi è sembrato esagerato quel che scrivi ma quel che hai dovuto vivere, quel che accade sul serio nel mondo del lavoro, in tutti i settori. Nella mia vita ho riflettuto molto su quando e da chi viene rosicchiato il mio spazio personale, quello del rispetto, della distanza e della intimità e non solo nei rapporti lavorativi, anche in quelli informali. Abbiamo davanti una mole di lavoro da fare bene, una rivoluzione antropologica, dei costumi, della mentalità del linguaggio e dobbiamo riuscirci. Sono contenta che tu abbia dato questa direzione alla tua vita, sicuramente nel panorama italiano una voce in più, ad analizzare e comunicare le dinamiche del potere/corpo, è utile. Mi preoccupa molto l’impreparazione dei sindacati, riguardo la nostra precarietà (continue gavette) a lavoro e il riconoscimento di molestie e pressioni psicologiche, non solo a sfondo sessuale e sessista. Ci portano ad essere concorrenti, scorretti e muti, il mondo del lavoro somiglia sempre più ad un campo di battaglia, rischiamo di non credere più in niente e non vediamo via di uscita. Se chiediamo aiuto non sanno aiutarci, siamo indietro, impreparati, senza leggi apposite, senza la giusta sensibilità.  Con un libro come il tuo si possono muovere tante piccole cose, grazie”.
Maria Pastore

fran5_1762413i

Francesca Woodman: Untitled, Rome, Italy, 1977-1978 Picture: Courtesy of Victoria Miro Gallery / Copyright The Artist

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...