download

In Italia di molestie sul lavoro non si parla. Eppure 1 milione e 308 mila donne tra i 15 e i 65 anni, nell’arco della vita, sono state vittime di violenza, ricatti e perfino stupri, sul posto di lavoro, secondo i dati dell’Istat, l’istituto nazionale di statistica. Molti di questi crimini non vengono denunciati e i due terzi delle vittime cambia lavoro oppure rinuncia alla carriera. “Toglimi le mani di dosso” è un libro, in uscita il 10 settembre per Chiarelettere (144 pagine), che rompe quest’omertà. È il racconto della storia vera di Olga, una giovane giornalista, con alle spalle anni di studio e di gavetta, che durante un periodo di prova in un quotidiano nazionale – che sembra rappresentare l’occasione della vita – si trova a dover affrontare le attenzioni e le pressioni del direttore. Inviti a pranzo e a cena, commenti sull’aspetto fisico, mani sui fianchi, che la fanno precipitare nell’inizio di un incubo. Il libro racconta anche il mondo del giornalismo italiano attraverso gli occhi di chi vive la precarietà ogni giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...